Signal, l’app di messaggista alternativa a WhatsApp

PowerShell
PowerShell via SSH su Windows
17 febbraio 2016
Mostra tutto

Signal, l’app di messaggista alternativa a WhatsApp

Signal
A partire dallo scorso Novembre, anche WhatsApp ha distribuito un nuovo aggiornamento integrando un sistema di cifratura"end to end", ciò nonostante le polemiche in merito non mancano e le osservazioni degli utenti per quanto riguarda il salvataggio delle conversazioni/chiavi sui server WhatsApp (leggibili o meno dal team) sono in effetti un punto sul quale vale la pena riflettere.
Fortunatamene dalla Open Whisper Systems arriva Signal, l'app di messaggistica istantanea con cifratura "end-to-end" (sia per quanto riguarda le chiamate che per le chat) totalmente open-source e con un approccio alla privacy leggermente differente rispetto a quello di WhatsApp.

L'app al momento è disponibile per le seguenti piattaforme:

* iOS (8.0 o superiore)
* Android (2.3 o superiore)

Presto disponibile anche in versione Desktop per:

* PC

Detto ciò, non voglio scoraggiare nessuno all'utilizzo di WhatsApp ma per i lettori con qualche competenza tecnica in più, è possibile visionare i sorgenti di Signal direttamente su GitHub, cosa che ovviamente non è possibile fare con WhatsApp essendo closed-source.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *